NOTA! cliccando sul pulsante "ACCONSENTO" si autorizza al “consenso dell’interessato” (artt. 4.11 e 7 del 679/2016). Privacy Policy

La Cultura del Lavoro

Vincenzo Boccia è per il mondo imprenditoriale AD delle Arti Grafiche Boccia, ma per il tempo moderno il futuro in Confindustria. La sua storia di impresa è però una storia di famiglia, in cui all’ossessione della crescita si affianca una nostalgia per il futuro, che è amore per il presente.

No, non sono parole, ma è la storia di una padre cresciuto in orfanotrofio,  nel serraglio” come a Sud spesso viene chiamato. Si, perchè la storia nasce a Salerno, dove ha sede l’azienda che è condotta da Vincenzo insieme al papà ed al fratello.

Lo spunto del racconto nasce da una ricorrenza di qualche anno fa, festeggiare il “50+1” dell’azienda. Apparentemente un compleanno, ma nella pratica, l’occasione per festeggiare il passato guardando al futuro. Mezzo secolo di attività, 160 dipendenti, sedi in Francia, Danimarca, Germania e Libano.

Quando si dice “cultura del lavoro”.

Infatti la prospettiva è da sempre una propensione spinta a partecipare attivamente al futuro. Questo implica scelta, conoscenza e cambiamento. Tutto quello che anima il fermento della famiglia Boccia. La “ricetta” di Vincenzo Boccia è semplice: investire ed innovare i processi ed i prodotti. Sembrano semplici parole, ma sono le guide per affrontare anche i momenti difficili, la crisi. Infatti nessuno è scevro dal viverla ed anche in una azienda solida la stessa è dietro l’angolo.

Così negli scorsi anni quando l’editoria è andata in crisi, quelle parole, saggia consulenza e amore per il proprio lavoro, hanno orientato le scelte del cambiamento. Infatti hanno avuto il coraggio di vendere tutto immaginarsi “O ricchi pescatori o poveri marinai, mai naufraghi” e ripartire. In sei anni, tutto è cambiato. Hanno quadruplicato il fatturato con scelta di processi e prodotti adatti al cambiamento del mercato, molto forte nel settore agroalimentare e dei quotidiani o free press. Basta pensare che l’etichetta rossa della Ferrarelle, quelle di salse e marmellate, le stampe dell’Ikea o i volantini della Carrefour, o riviste che parlano di ville, rock,, l’album delle figurine Panini, sono tutti prodotti che escono dalle Arti Grafiche Boccia di Salerno.

Lo stabilimento sorge nella città campana con impianti all’avanguardia su di una superficie di 25.000 metri quadrati. Questa storia insegna come i vincoli diventano opportunità. E come un sogno possa esser coltivato giorno per giorno. La cultura del è proprio questo, vivere il tempo della stagione, cogliendo l’attimo, il suo fervore e sapendo gestire il tempo difficile, sapendo che prima o poi arriva il raggio di sole che riscalda il terreno fertile e consente al frutto di crescere e maturare. Una storia di impresa a Sud, che è esempio di una Paese Italia che vuole farcela.

scritto da Enrico Sodano

Mission

Raccontare il mondo del lavoro, attraverso gli occhi di chi il lavoro lo vive ogni giorno.

Non una semplice testata informativa, ma un “non luogo” dove potersi incontrare e interagire infrangendo di fatto la linea di confine che da sempre separa redazione e utenza.

Mission

Post recenti